Le porte tagliafuoco DIVA5

Portalp, soluzioni per aumentare la protezione contro gli incendi negli edifici

La sicurezza è un elemento chiave in tutti gli ambiti dell’edilizia. Da sempre Portalp si impegna a fornire porte automatiche affidabili e sicure, un impegno perfettamente incarnato dallo sviluppo di prodotti dotati di soluzioni tecnologiche innovative.

Le porte tagliafuoco permettono di isolare le zone incendiate, evitando la propagazione al resto dell'edificio. La porta scorrevole tagliafuoco DIVA5 permette la chiusura automatica delle ante in caso di incendio. Le nostre porte tagliafuoco associano un attuatore ad alte prestazioni Portalp Diva5 e delle ante con vetri tagliafuoco Boullet NEO. Il loro utilizzo è ampiamente diffuso negli stabilimenti aperti al pubblico (ERP). Rispondono alla regolamentazione in vigore sulla sicurezza contro gli incendi.

 

Maggiori informazioni sulle porte tagliafuoco

L’attuatore DIVA 5

Come previsto dalla norma NF S 61-937, in caso di incendio viene data la priorità alla chiusura della porta. Questa è gestita dall'attuatore DIVA5, parte integrante del Dispositivo di sicurezza a comando (DSC).

L’attuatore DIVA5 fornisce tutta la facilità d’uso di una porta automatica e garantisce la sicurezza in caso di incendio. Dispone di una scheda DSC che permette il collegamento di un comando manuale di azionamento al sistema di rilevamento degli incendi. La sicurezza in apertura e chiusura è garantita da sensori di sicurezza che rilevano un eventuale ostacolo (persona, mano…) durante il movimento dei battenti.

La sicurezza degli edifici aumentata anche grazie alle porte

Le ante Boullet NEO sono state appositamente studiate per offrire un aspetto semplice e un’eccellente resistenza nel tempo. Le guarnizioni periferiche intumescenti e gli elementi di finitura sono installati senza fissaggi visibili. I vetri sono montati in fabbrica, garantendo un assemblaggio curato dei distanziatori sulle vetrate. Le porte scorrevoli a vetri NEO sono disponibili in versione a un’anta, per un’apertura laterale a destra o a sinistra, oppure a doppia anta, per un’apertura centrale.

Una regolamentazione specifica

La porta può essere installata su muri o pareti divisorie rinforzate. La chiusura è effettuata da un dispositivo a energia meccanica intrinseca (Sistema EGC) che non dipende da nessuna fonte elettrica. Tutti gli elementi (battente, telaio, attuatore) formano un insieme indissociabile per rispondere alla norma NF S 61-937.

La prestazione ignifuga di un serramento per porta è caratterizzata dalla sua capacità a resistere al fuoco per un determinato tempo. Da qui si ottiene una classificazione, stilata durante i test realizzati da laboratori certificati secondo protocolli standardizzati. Oggi uno standard comune a tutti i paesi della Comunità Europea permette di mostrare le prestazioni dei prodotti in modo identico: si tratta della classificazione europea “EI”.

La lettera “E” corrisponde alla Tenuta al fuoco

La lettera “I” rappresenta l’Isolamento termico (sempre usato in associazione a una classificazione E).

Queste prestazioni sono espresse in minuti. 

Secondo la normativa francese e l’ordinanza del 14 marzo 2011, le porte dotate di classe EI1 possono essere installate senza restrizioni.  Una classe EI2 necessita, su pareti e rivestimenti adiacenti alle porte, l’impiego di materiali di classe M1 o B-s3, d0 su una sezione di 100 mm a partire dal bordo esterno della parte fissa della porta. 

    Tipo
  Classe Verbale Semplice Doppio
DIVA NEO-C
NF modalità 2
EI2 60 Efectis n°13-A-390 T74/1 T75/1
EI2 30 Estensione n°13/1 T74/2 T75/2
E 30 Estensione n°13/1 T74/3 T75/3
DSC CNPP 06.01.47 T74 T75